riutilizzare le bustine del te

Riutilizzare le bustine del tè




Riutilizzare le bustine del tè

L’attenzione alla sostenibilità ambientale è sempre più alta ed ognuno di noi può fare, nel proprio piccolo, qualcosa per salvaguardare l’ambiente e ridurre l’impatto ambientale dei propri consumi. Oggi vi diamo qualche consiglio su come riutilizzare le bustine del tè.

Chi siamo

Orip Orap è un gruppo di appassionati del web che cercano, con esperienze personali e con le ricerche fatte nel tempo sul web, di raccogliere curiosità, soluzioni e idee, mettendole a disposizione di tutti in un modo semplice e piacevole.





Una doverosa precisazione su come si scrive la parola tè ?

La forma più corretta e diffusa è quella di scrivere la parola (con l’accento) per indicare la bevanda aromatica, mentre la parola te (senza l’accento) indica il pronome. In Italia si vede spesso l’utilizzo anche della versione inglese tea soprattutto per indicare le tea rooms.

Riutilizzare le bustine del tè

Esistono diversi modi per riutilizzare le bustine del tè usate, è questo un modo per ridurre gli sprechi ma anche per ottenere dei benefici per la propria casa e per la salute. Analizzeremo ora alcuni riutilizzi delle bustine del tè, ma attenzione: abbiamo cercato in riviste specializzate ed in altri blog tutte le possibile soluzioni per riutilizzare le bustine del tè.

Ne abbiamo trovate tantissime e solo per praticità abbiamo qui elencato quelle che ci sembravano maggiormente utili secondo i nostri usi e costumi. Ovviamente non abbiamo potuto testarle tutte quindi, nel caso ti facesse piacere, facci sapere i tuoi risultati oppure scrivici se abbiamo omesso qualche modalità di riutilizzo delle bustine del tè.

Un’ultima precisazione, prima di elencare i modi per riutilizzare le bustine di tè usate, è necessaria farla.

Le bustine di tè possono essere conservate, a temperatura ambiente, al massimo per un giorno dopodiché potrebbe iniziare la crescita di muffe e batteri. E’ necessario quindi, unpò come per tutti gli alimenti in generale, tenerle in frigo per poter riutilizzare nel giro di qualche giorno. In caso di dubbio basta odorarle e fidarsi del proprio olfatto, se qualcosa non ti torna è meglio buttarle e usare una bustina nuova.





Le bustine del tè riutilizzate in cucina

Le bustine del tè possono essere riutilizzate in diversi modi nella nostra cucina ed essere una buona variante che arricchisce sapore ai nostri piatti.

  1. Per bollire la pasta. Le bustine del tè usate possono essere riutilizzate per insaporire i cibi durante la cottura. Si possono infatti mettere delle bustine di tè usate nell’acqua che usiamo per bollire pasta o riso, questo aggiungerà sapore ai nostri piatti.
  2. Carne più tenera. E’ anche consigliato l’utilizzo delle bustine del tè per marinare la carne e per renderla più morbida. Viene consigliato di prepara una certa quantità di tè nero e di immergerci la carne durante la notte, quindi di arrostirla e di godersi una carne molto più tenera.
  3. Uova sode più gustose. Una ricetta cinese ci consiglia di mettere le bustine di tè usate nell’acqua dopo aver fatto bollire le uova sode. Le bustine del tè aggiungono sapore e colore alle uova.

Riutilizzare le bustine del tè in giardino

Mettere le bustine del tè nelle piante porta molti benefici è necessario assicurarsi però che le bustine di tè non contengano materie plastiche e che siano asportati eventuali punti metallici che fissano il filo.





  1. Bustine di tè nel compost. Per utilizzare le bustine nel compost è consigliato effettuare dei tagli sui sacchetti del tè prima di metterli nel terreno o nel cumulo di compost. Le bustine di tè nel compost accelerano il processo di decomposizione ed aiutano lo sviluppo dei batteri buoni.
  2. Innaffiare le piante con il tè. Si può anche lasciare le bustine del tè usate in un più grande quantitativo di acqua per innaffiare le piante o per bagnare le foglie. Questo metodo allontanerà i parassiti e darà un buon nutrimento alle piante.
  3. Sul fondo della fioriera. Le bustine di tè usate possono essere posizionate sul fondo di una fioriera e saranno d’aiuto per trattenere l’acqua e per fornire preziose sostanze nutritive ai nostri fiori.
  4. Fertilizzante naturale. Spargere il contenuto delle bustine di tè usate sul terreno intorno alle piante del nostro giardino ed innaffiare per fornire nutrienti e benefici alle piante.

Le bustine del tè per eliminare gli odori

Riutilizzare il tè usato per rimuovere gli odori forti presenti nella nostra casa è un modo per riciclare le nostre bustine di tè usate. 

  1. Deodorante nel frigorifero. Mettere le bustine di tè usate nel frigorifero per eliminare i cattivi odori. Solitamente consigliamo il bicarbonato di sodio ma anche il tè va benissimo per eliminare i cattivi odori del frigorifero. Mettere le bustine di tè usate in un contenitore aperto ed in pochissimo tempo i cattivi odori spariranno dal frigorifero.
  2. Nei bidoni della spazzatura. Posizionare le bustine di tè asciutte usate sul fondo dei bidoni della spazzatura per eliminare i cattivi odori prima che si diffondano nella cucina. 
  3. Deodorante per ambiente. Riutilizza le vecchie bustine di tè per creare profumatori e deodoranti per ambienti. Basta farle asciugare ed aggiungere qualche goccia di olio essenziale, come lavanda, menta piperita o agli agrumi per ottenere un fantastico effetto deodorante.

Le bustine del tè per la cura della persona

Le bustine del tè possono anche essere utilizzate per la cura della nostra persona. Le bustine del tè contengono infatti antiossidanti, hanno potere antinfiammatorio possono lenire il dolore nel trattamento di ferite lievi.

  1.  Lenire una scottatura solare: le bustine di tè bagnate possono alleviare le scottature solari e altre ustioni minori. Si può anche fare un bagno di tè (utilizzando magari delle bustine non già utilizzate) per ottenere benefici dopo una scottature solare su tutto il corpo.
  2. Meno dolore dopo una iniezione. Si può utilizzare una bustina di tè bagnata sulla zona dove si è fatto una iniezione, i bambini ne godranno i benefici.
  3. Bustine del tè per occhiaie. La caffeina presente nel tè riduce la comparsa delle occhiaie ed migliora la circolazione. Mettere delle bustine di tè usate per 20 minuti assicurandosi che non siano calde, che siano leggermente umide e non bagnate. Questa modalità riduce il gonfiore agli occhi.

Conclusioni

Bene, siamo arrivati alla fine della trattazione dell’argomento come riutilizzare le bustine del tè. Questo argomento fa parte della categoria del blog fai da te e rientra nelle nostre idee di fare le pulizie e prendersi cura della casa. Buona lettura !

Ovviamente noi di Orip Orap, siamo sempre a disposizioni per potervi trovare soluzioni, darvi consigli o rispondere a vostre curiosità, ma vi ricordiamo sempre la stessa cosa:  utilizzate i nostri consigli se volete, ma non ne fate una religione.

Speriamo l’approfondimento possa essere stato utile, nel caso abbiate avuto difficoltà, non esitate a contattarci alla pagina contatti

Per non perdere altre curiosità, informazioni o semplicemente esperienze comuni, iscriviti alla nostra newsletter, perché noi Orip Orap siamo qui a vostra disposizione.

Se è la prima volta che visiti questo blog, potrai trovare maggiori informazioni a questa pagina.

Se vuoi invece metterti in contatto con noi puoi lasciare un messaggio a questa pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
OripOrap

GRATIS
VISUALIZZA