come fare lo spid da casa

Come fare lo SPID da casa




Oramai è chiaro a tutti che le amministrazioni pubbliche offrono sempre più frequentemente servizi digitali. Abbiamo infatti approfondito di recente come ottenere certificati anagrafici online, o come richiedere bonus e sostegni al reddito. Per poter accedere ai servizi digitali è necessario lo SPID. Ecco quindi che descriveremo come fare lo SPID da casa in modo semplice e rapido.

Cosa significa SPID

Dobbiamo innanzitutto chiarire, prima di arrivare a spiegare come fare lo spid da casa, cosa significa SPID. SPID sta per Sistema Pubblico di Identità Digitale e permette di identificare ogni cittadino che vuole accedere ai servizi digitali.





Lo SPID è una sorta di documento di identità digitale, come quello che viene richiesto ad uno sportello pubblico prima di accedere ad informazioni o inoltrare un’istanza, in questo caso è un documento che viene “esibito” online tramite le credenziali di accesso.

Chi siamo

Orip Orap è un gruppo di appassionati del web che cercano, con esperienze personali e con le ricerche fatte nel tempo sul web, di raccogliere curiosità, soluzioni e idee, mettendole a disposizione di tutti in un modo semplice e piacevole.

Cosa posso fare con lo SPID ?

Con lo SPID si può avere accesso ai servizi pubblici digitali che le amministrazioni pubbliche offrono, un maniera sempre più frequente, grazie alla sviluppo ed alla diffusione della tecnologia digitale.

Lo SPID consente anche l’accesso ai servizi pubblici degli altri stati membri dell’Unione Europea ma anche di imprese private che l’hanno scelto lo SPID come mezzo di identificazione degli utenti.

Quali documenti occorrono per attivare lo SPID da casa

Per attivare lo SPID da casa è necessario ovviamente avere a disposizione un PC o un altro dispositivo, come lo smartphone, che abbia accesso ad internet. E’ necessario avere con sè un documento di identità, la tessera sanitaria, un numero di cellulare ed una mail della quale si abbiano le credenziali di accesso.





La procedura di attivazione dello SPID prevede infatti che si confermi sia l’sms ricevuto sul cellulare sia il messaggio mail ricevuto sull’indirizzo di posta elettronica indicato in fase di registrazione.





Si deve quindi superare la doppia conferma sull’identità, sia tramite cellulare che tramite mail. E’ questo un modo per essere sicuri che il cittadino che sta richiedendo lo SPID abbia proprio la disponibilità del cellulare e della mail grazie ai quali userà lo spid.

Scegliere il gestore di identità digitale

Una volta preparati i documenti necessari bisogna scegliere con chi attivare lo SPID. Il cittadino può scegliere tra i diversi gestori presenti nell’elenco dei Provider Accreditati dall’AGID, l’Agenzia per l’Italia digitale.

Diciamo sin da subito che tra i più usati c’è Poste Italiane SpA, ma anche Aruba PEC SpA o la banca Intesa San Paolo. L’elenco aggiornato dei gestori a cui il cittadino può rivolgersi per attivare lo SPID lo trovi qui.

Una volta scelto il gestore bisogna seguire la procedura di registrazione per ottenere le credenziali SPID e per poter poi eseguire il riconoscimento. Il riconoscimento serve per essere certi che le credenziali inserite siano state inserite proprio dalla persona titolare dei dati.

Come posso fare il riconoscimento

Il riconoscimento può essere fatto nei seguenti modi:

  • di persona. Bisogna recarsi presso gli uffici dei gestori di identità digitale, ad esempio presso un ufficio postale, o anche presso gli sportelli di alcune pubbliche amministrazioni. Ovviamente nel caso avessi scelto Poste Italiane, bisogna aspettare di ricevere la mail che ci indica la data nella quale portarci allo sportello per procedere al riconoscimento.
  • via webcam. Alcuni gestori d’identità hanno messo a disposizione un operatore che può tramite webcam accertarsi dell’identità della persona. Ad esempio il gestore Intesa permette il riconoscimento tramite webcam con un operatore con il quale si concorda un appuntamento.
  • con Carta d’Identità Elettronica (CIE) passaporto elettronico attraverso le app dei gestori di identità digitali fruibili da smartphone o tablet;
  • con CIE, Carta Nazionale dei Servizi (CNS) ovvero la tessera sanitaria, oppure con firma digitale grazie all’ausilio di un lettore (ad esempio la smart card) e del relativo pin.

Come usare lo SPID

Una volta effettuato il riconoscimento arriverà sulla mail un messaggio con la conferma dell’attivazione dello SPID. A questo punto si dovrà scegliere il livello di sicurezza che si desidera usare.

Il cittadino può scegliere tre livelli di sicurezza

  • Il primo livello permette di accedere ai servizi online attraverso le credenziali scelte al momento della registrazione (nome utente e una password);
  • Il secondo livello – necessario per servizi che richiedono un grado di sicurezza maggiore – permette l’accesso attraverso le credenziali scelte al momento della registrazione, più la generazione di un codice temporaneo di accesso, detto anche OTP (one time password), fornito attraverso sms o con l’uso di un’app (fornita dal gestore di identità digitale) installata su smartphone o tablet.
  •  Il terzo livello di sicurezza, oltre alle credenziali scelte al momento della registrazione, richiede un supporto fisico particolare che gestisce delle chiavi crittografiche. Tale supporto può essere una smart card o un dispositivo per la firma digitale remota (HSM).

Dove posso usare lo SPID

Una volta che abbiamo attivato lo SPID possiamo accedere ai servizi digitali che lo richiedono. Possiamo accedere al portale INPS, al sito dell’Agenzia delle Entrate, possiamo registrarci per partecipare ad un concorso pubblico, per richiedere il certificato anagrafico online e tanti altri servizi che le amministrazioni pubbliche offrono.

Questo articolo del blog fa parte della categoria Pubblica Amministrazione

Conclusioni

Per non perdere altre curiosità, informazioni o semplicemente esperienze comuni, iscriviti alla nostra newsletter, perché noi Orip Orap siamo qui a vostra disposizione.

Se è la prima volta che visiti questo blog, potrai trovare maggiori informazioni a questa pagina.

Se vuoi invece metterti in contatto con noi puoi lasciare un messaggio a questa pagina

Si precisa che questo articolo

Ricordiamo sempre che le informazioni contenute nei nostri articoli sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo le informazioni invece offerte ed aggiornate dai siti istituzionali. Pertanto non possiamo essere ritenuti responsabili riguardo l’accuratezza e la completezza delle informazioni che diamo. Tali informazioni vengono rilevate da diversi siti ed elaborate e raccolte per fornire un articolo completo ed esaustivo. Questo sito non costituisce infatti testata giornalistica e non ha carattere periodico essendo aggiornato secondo la disponibilità degli autori.

Le informazioni riportate in questo articolo sono state prese dai seguenti siti

Sito web istituzionale dello SPID.

Agenzia per l’italia digitale AGID – Sito web clicca qui.

Poste Italiane Spa – Sezione SPID.

Sito web Intesa San Paolo – Servizio SPID.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
OripOrap

GRATIS
VISUALIZZA