firma digitale obbligatoria per le aste telematiche

La firma digitale obbligatoria per le aste giudiziarie telematiche




La firma digitale obbligatoria per le aste giudiziarie telematiche

Più volte ci siamo occupati delle aste telematiche e delle modalità di partecipazione a questa tipologia di aste. Con quest’articolo vogliamo soffermarci su come presentare la propria offerta nelle vendite immobiliari e su cosa stabilisce la legge. Parliamo quindi della firma digitale obbligatoria per le aste giudiziarie telematiche.

Chi Siamo

Orip Orap è un gruppo di appassionati del web che cercano, con esperienze personali e con le ricerche fatte nel tempo sul web, di raccogliere curiosità, soluzioni e idee, mettendole a disposizione di tutti in un modo semplice e piacevole.





Che cos’è un asta giudiziaria telematica ?

Una premessa necessaria da fare è quella di stabilire che cos’è un asta giudiziaria telematica. L’asta giudiziaria telematica è quella modalità di vendita di un bene, mediante il sistema delle aste, nella quale le offerte vengono presentate con modalità telematiche.

Con le aste giudiziarie si effettua la vendita forzata di un bene che era precedentemente di proprietà di un’azienda o di un privato su cui gravavano debiti che lo stesso non era più in grado di poter pagare.

I creditori, per vedere soddisfatto il loro avere, chiedono al giudice di vendere i beni del debitore. Il giudice stabilisce quindi quali beni possono essere venduti, dispone la valutazione di tali beni e stabilisce con quali modalità essi devono essere venduti.

Perchè serve la firma digitale per le aste telematiche ?

Il decreto ministeriale n. 32 del 26 febbraio 2015 ha stabilito le regole per svolgimento delle vendite dei beni con modalità telematiche ed ha stabilito che è obbligatorio avere la firma digitale per aste telematiche.

Per le vendite immobiliari, secondo quanto stabilito dal predetto decreto, il giudice decide tra tre diverse tipologie di vendita, cioè vendita sincrona telematica, vendita sincrona mista e vendita asincrona.





Senza entrare ora nel dettaglio di ciascuna modalità di vendita, ci limitiamo a dire che quando un soggetto è interessato ad un immobile posto in vendita mediante asta telematica per presentare la propria offerta deve dotarsi di posta elettronica certificata e di firma digitale.

Vediamo come fare per presentare un offerta e quando serve la firma digitale.

Presentare offerta per la vendita telematica ed allegare i documenti

Il partecipante all’asta telematica deve presentare la propria offerta, mediante un software realizzato dal Ministero, sotto forma di un documento. Tale offerta deve essere inviata tramite la posta elettronica certificata e deve essere obbligatoriamente firmata digitalmente.

La firma elettronica, con la quale si firma digitalmente l’offerta di acquisto, può essere anche attivata tramite i diversi portali dei gestori delle vendite telematiche.

In pratica dopo aver compilato tutti i campi richiesti dal modulo di presentazione dell’offerta sarà possibile scaricare il documento di sintesi che dovrà poi essere firmato digitalmente.

Una volta firmato digitalmente il documento lo stesso andrà inviato via pec all’indirizzo di posta elettronica certificata indicata dal portale di vendita.





I migliori e più affidabili siti di aste online
I migliori e più affidabili siti di aste online

Conclusioni

Bene, siamo arrivati alla fine di questo articolo di oggi. Abbiamo esaminato le modalità di presentazione dell’offerta nelle aste telematiche e l’obbligatorietà della firma digitale per le aste giudiziarie telematiche.

Per non perdere altre curiosità, informazioni o semplicemente esperienze comuni, iscriviti alla nostra newsletter, perché noi Orip Orap siamo qui a vostra disposizione.

Se è la prima volta che visiti questo blog, potrai trovare maggiori informazioni a questa pagina.

Se vuoi invece metterti in contatto con noi puoi lasciare un messaggio a questa pagina

Ricordiamo sempre che le informazioni contenute nei nostri articoli sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo le informazioni invece offerte ed aggiornate dai siti istituzionali ed ufficiali. Pertanto non possiamo essere ritenuti responsabili riguardo l’accuratezza e la completezza delle informazioni che diamo. Tali informazioni vengono rilevate da diversi siti ed elaborate e raccolte per fornire un articolo completo ed esaustivo. Questo sito non costituisce infatti testata giornalistica e non ha carattere periodico essendo aggiornato secondo la disponibilità degli autori.

Le informazioni riportate in questo articolo possono essere riscontrate nel testo del Decreto del Ministero della Giustizia n.32 del 26 febbraio 2015. Il testo del Decreto n. 32/2015 lo trovi qui.

Il manuale utente per la presentazione dell’offerta telematica attraverso il portale delle vendite telematiche PVP lo trovi sul sito istituzionale del Ministero della Giustizia. Puoi consultarlo cliccando qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
OripOrap

GRATIS
VISUALIZZA